Siti
Annunci di Lavoro

Le Conserve di Frutta e di Verdura

Le Conserve Salate, Dolci e Agrodolci

La più nota è quella di pomodoro, ma la scelta in fatto di conserve è certamente ampia, sia per quanto concerne il dolce che il salato, senza dimenticare nemmeno l'agrodolce.

Carciofi, funghi, melanzane e peperoni sono soltanto alcuni dei doni degli orti e dei boschi che possono essere conservati per mesi e mesi in barattoli senza che i loro sapori caratteristici ne risentano, purchè si sia proceduto ad una preparazione corretta, in primis scegliendo prodotti di ottima qualità giunti al giusto gradi maturazione.

Nel caso di preparazioni sottolio è, ad esempio, consigliato preferire ortaggi tendenzialmente acerbi in modo da favorire un lento assorbimento dell'olio nel quale maturano. Anche per le conserve sotto aceto sono sconsigliate verdure troppo mature, mentre in fatto di tipi di ortaggi non ci sono limiti alla fantasia, essendo possibile preparare prelibati assortimenti con verdure sia crude che cotte.

Per le conserve agrodolci si può procedere con frutta e verdura che vengono cotte con zucchero, olio, aceto ed arricchite con le spezie preferite per poi essere disponibili da mangiare nelle settimane seguenti, pensiamo alla mostarda preparate con numerosi tipi di frutta e negli ultimi anni con originali ricette a base di verdure (come peperoni, zucche etc...).

Il mondo delle conserve dolci è, infine, popolato da confetture, marmellate (che tecnicamente sono le conserve fatte con agrumi), frutta sciroppata e sciroppi...ovvero alcuni dei modi per gustare in maniera sfiziosa la frutta di stagione colta al momento migliore della naturale maturazione. Tra le conserve dolci più particolari ricordiamo la marena, a base di ciliege marasche, l'antica preparazione della frutta in guazzo ed anche l'originale conserva di pomodoro nella sua versione dolce.

Navigare Facile